Capofamiglia. 

Cagliari, spiaggia del Poetto, quinta fermata, primo pomeriggio.
Il bambino, avrà due, tre anni, è seduto sul bagnasciuga e guarda verso il mare. Tra le mani stringe una lattina. All’improvviso un urlo da un gruppo di adulti sistemato all’ombra di tre ombrelloni coloratissimi.
– Manuel! Manuel! Vieni a babbo con la coccacchiola.
Il bambino si alza e si avvicina. Il babbo si fa consegnare la lattina e beve un sorso lunghissimo. Poi la scuote davanti al bambino, fa una risata rumorosa e dice
– Ceeh! Finita!
Manuel fa il broncio, inizia a piagnucolare. Al che da sotto l’ombrellone più grande si sente una voce femminile.
– Manuel! Vieni a mamma chi babburù è calloni.
La replica del capofamiglia arriva in men che non si dica.
– E mamarùa bagassa.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Tagged with:
 

2 Responses to Capofamiglia

  1. Angela ha detto:

    beh almeno non sono:” baubau miciomicio” che a volte mi fanno più paura. Aparte la cocacola rubata al figlio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.