Carteggi (6).

Ciao, ti scrivo con una bic medium nera. Potrei scriverti con una matita staedtler noris 120 2b. O con una pilot bps-gp (f) rossa. Altrimenti con una koh-i-noor hardtmuth studio acquarello blu. O, meglio ancora, con una pilot v7 hi-tecpoint o.7 nera. O, al limite, con un evidenziatore stabilo boss fucsia. Ma nel frattempo ci ho ripensato. Ti scrivo domani. Oggi ho da lavare calze, scarpe e pantaloni. Ieri sono sprofondato in una salina. La melma fino al ginocchio. Sembravano sabbie mobili. La puzza, non immagini la puzza. C’era un tramonto bellissimo. Devo dirti che è stata un’esperienza che non saprei. Ho avuto paura che le sabbie mobili mi inghiottissero per intero, di affondare come un biscotto nello yogurt. Non ti ho mai raccontato di quella volta che tornai a casa e trovai il cane ricoperto di schiuma da barba e il tosaerba sul divano? Be’, prima o poi te la dovrò raccontare. Cerca di non ustionarti la bocca col caffè, come tuo solito. Mi scuserai, ma col passare degli anni si diventa più espliciti. Ti scrivo domani. L’ho già detto? Non a tutti i matti manca un venerdì.
Ciao.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Tagged with:
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.