Come hai trascorso l’estate (4).

Quest’estate sono andato al mare ventuno volte, per un totale di 44 ore.
Quest’estate sono andato al mare
il 28 maggio (tre ore)
il 2 giugno (due ore)
il 7 giugno (due ore)
il 22 giugno (tre ore)
il 26 giugno (un’ora e mezza)
il 4 luglio (due ore)
il 6 luglio (un’ora)
il 17 luglio (tre ore)
il 18 luglio (un’ora e mezza)
il 23 luglio (un’ora)
il 27 luglio (tre ore)
il 3 agosto (un’ora)
il 6 agosto (due ore)
il 9 agosto (tre ore)
il 17 agosto (due ore)
il 20 agosto (un’ora e mezza)
il 22 agosto (quattro ore e mezza)
il 27 agosto (un’ora)
il 4 settembre (due ore)
il 15 settembre (due ore)
il 24 settembre (tre ore)

***

Quest’estate ho usato una crema protezione alta SPF 30 emulsione solare viso e corpo anti-pollution filtro fisico naturale anti-rughe soft-focus SENZA NANOFILTRI per pelli sensibili senza parabeni, petrolati, Tea, sostanze che rilasciano formaldeide, nickel tested, UVA.

***

Quest’estate ho comprato due picchetti con corde per fissare al meglio l’ombrellone in caso di forte vento. Il kit serve per fissare al meglio l’ombrellone in caso di forte vento. All’interno sono presenti nr. 2 corde lunghezza 2 metri, 2 picchetti, 4 clip per un facile aggancio.
Istruzioni: 1. Fissare i picchetti al terreno 2. Far passare la corda nei raggi dell’ombrellone 3. Fissare le clip al picchetto.
Non li ho mai usati: i picchetti sono ancora dentro la busta di cellophane. E pure la corda e le clip per un facile aggancio.

***

Quest’estate volevo scrivere la storia di un uomo di 67 anni, un uomo normale, sereno, almeno in apparenza, che una mattina esce da casa e scompare. L’uomo è sposato e è in pensione da un anno. Lui e lei sono una coppia normale, serena, almeno in apparenza. Anche i loro tre figli sono persone normali, serene, almeno in apparenza.
Perché scompare? Si è ucciso? Ha avuto un incidente? L’uomo è malato? Se è scappato, perché è scappato? Perché non dà notizie di sé?
Qualche mese dopo la scomparsa, la moglie riceve una cartolina dall’Australia. Sulla cartolina c’è scritto SONO IO. Nient’altro, a parte il francobollo.
All’inizio, quando ho cominciato a ragionarci su, mi sembrava una storia interessante, di quelle che mi piacerebbe leggere.
Poi però mi è passata la voglia di scriverla. Non avevo sufficiente rabbia senza indirizzo.

***

Quest’estate è morto Nicola. Anche se è morto a ottobre. E per me ottobre è ancora un po’ estate. E credo lo fosse anche per Nicola.

***

Quest’estate ho letto un reportage sulle patate scritto da un giornalista che vive in Perù, Eliezer Budasoff. Leggendo l’articolo ho scoperto che la Nasa ha scelto la patata come primo vegetale da coltivare nello spazio grazie alla sua adattabilità a ambienti diversi. A un certo punto il giornalista scrive “La vera patria di un uomo non è l’infanzia, ma il cibo dell’infanzia”.

***

Quest’estate al Molo Ichnusa ho visto un tonno che saltava fuori dall’acqua mentre inseguiva un branco di muggini.

***

passo dopo passo

nella foto, passo dopo passo

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tagged with:
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.