Il volo delle rosette.

Una volta ho pensato di essere uno scultore. Con la mollica delle rosette costruivo piccoli aeroplani che atterravano sui balconi dei vicini. Poi un giorno i vicini sono andati a lamentarsi dall’amministratore del condominio, e l’amministratore del condominio è venuto a dirmi che il palazzo si trovava in una zona di interdizione al volo. Secondo me non era vero. Comunque, poi, la mollica ho iniziato a darla alle cornacchie. Alcuni vicini hanno avuto da ridire anche sulle cornacchie. Così ho smesso di comprare rosette e adesso mangio solo fette biscottate.

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.