La goffaggine delle creature.

“Stravaccato seminudo sulla poltrona, la barba lunga, i capelli arruffati e le mani tremolanti, nell’epicentro di un vero e proprio marasma alcolico Ovidio Diovisalvi dichiarò con una certa solennità i propri dubbi. E disse:
– Amici! Compagni! Amiche! Compagne! Mi associo ai vostri Mah! e mi unisco carnalmente ai Mah! di tutto il mondo! Mahatma Ghandi! Alessandro Mahgno! Mahnzù! Mahl dei Primitives! Mahtusalemme! Maharishi! Mahjong! Mahradona! Mahtisse! Mahrcovaldo! Mahsaccio! Mahnet! Mahntegna! Mahdagascar! Mahmma! Mahledizione! Mahremma mahiala! Mahbbaccaga’!
Poi qualcosa, forse una duplice esplosione protonica che sconquassò i birilli ossei della sua superficie craniale, andò dritta nel cervello, gli fece strabuzzare gli occhi e gli ingarbugliò il libero flusso di parole.
Adieu! Bonne nuit! – furono le ultime che pronunciò.”

[“Amatevi l’un l’altra, Creature!“, di Guido De Premura (edizioni L’Attracco, 1999) pag. 71]

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.