Le parole di circostanza.

Credo che sia stato poco prima del pareggio del Cagliari, una cosa che è successa intorno al quarto d’ora del primo tempo, uno scontro tra due calciatori a centrocampo, un’entrata che il difensore dell’Udinese poteva risparmiarsi. In quel preciso istante la signora sessantenne che era seduta davanti a me, e che fino a quel momento se n’era rimasta tranquilla a osservare le fasi di gioco, si è alzata dal settore dei Distinti e senza nemmeno attendere che l’arbitro fischiasse il fallo ha urlato “Sugunnemmammarua-bbagassa!”. Proprio bbagassa con due b. Ecco. Era esattamente ciò che avrei voluto dire nella circostanza.
 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.