Terza persona singolare.

Stamattina mi sono alzato e innanzitutto ho fatto una cazzata, non una grande cazzata, ma insomma una cazzata, e dopo aver fatto questa cazzata ho reagito con una smorfia di vago disprezzo, gli angoli della bocca piegati all’ingiù, e poi ho scosso la testa e con un tono da presa per il culo ho detto a voce alta:
– Bravo Gianni Zanata, proprio bravo, eh, complimenti.
L’immediata consapevolezza di aver parlato di me in terza persona, mi ha fatto immalinconire. Non sono riuscito nemmeno a farmi la barba.
 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Tagged with:
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.