Io a te ti conosco ma non so perché

Io a te ti conosco ma non so perché.

Mentre camminavo in via Garibaldi ho salutato uno che conosco di vista e che confondo sempre con un altro che conosco di vista. Un paio di minuti dopo ho incrociato anche l’altro, e ho salutato pure lui. Mi è sembrata una cosa strana, incontrarli e salutarli, proprio a distanza di un paio di minuti l’uno dall’altro. Li conosco di vista e li confondo sempre. Non so nemmeno come si chiamano. Neppure si somigliano. Non ho capito come faccio a confonderli. Bisogna che approfondisca questa cosa, la prossima volta che li incontro. Secondo me anche loro mi confondono con qualcun altro che conoscono di vista.

chiave

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.