• Home
  • /
  • Tag Archives:  2017

Natale (4)

Natale (4). Cagliari, autobus, linea 1. – Ma no ddu intendis? – Itta? – Custu fragu. – Deppit essi deodoranti. – Eia, deodoranti de is peis.    

Natale (3)

Natale (3). “Squinternati da strada, svalvolati veri, strampalati illustri, matti poetici o folli inventati. L’incredibile libera popolare pubblica lettura del Repertorio dei matti della città di Cagliari, un esperimento di scrittura collettiva che diventa reading. Con Nicola Muscas, Bachisio Bachis, Carola Farci, Antonio Boggio, Gianni Zanata“. Così c’è scritto nell’evento pubblicato su facebook per ricordare, a…

Natale (2)

Natale (2). Mi ero ripromesso di raccontare l’esperienza fatta un Natale di qualche anno fa, quando avevo preso a testate un pandoro scambiandolo per il volto di Michael Jackson, mentre fuori pioveva a dirotto e nella stanza a fianco il giradischi suonava a volume altissimo la colonna sonora di Psycho. Ma poi mi hanno mandato…

Natale (1)

Natale (1). Ieri per strada ho incrociato un Babbo Natale che somigliava a un tizio che l’altra sera con il suo camioncino stava per investirmi sulle strisce pedonali. Gli somigliava moltissimo. Anzi, secondo me era proprio lui. Se lo incontro di nuovo, lo prendo a calci in culo, Babbo Natale del cazzo.    

Azzardo

Azzardo. – Accade di tutto e la realtà è troppa, agisce come una droga, produce effetti paralizzanti, destabilizzanti, allucinanti. – Dici che ce la faremo? – Non lo so. Immagino di sì. – Allora dài, usciamo. – Non ti sembra un azzardo? – No. In fin dei conti è l’unica realtà che abbiamo.  

Asprigno

Asprigno. Al mercato. – Ma sono dolci questi mandarini? – Dolcissimi. – Ma è sicuro? – Tenga, ne assaggi uno. E comunque l’agrumo deve essere un po’ asprigno, altrimenti non è agrumo!  

Sono aperte le iscrizioni

Sono aperte le iscrizioni. Dopo aver letto un aforisma sulla scrittura scritto da uno scrittore sudamericano che penso abbia venduto milioni di copie di libri, mi è venuto in mente di organizzare un incontro di scrittura, un corso di abbondanza creativa, della durata di un paio di giorni per un paio di settimane per un…

Canzoni nella testa (10)

Canzoni nella testa (10). La canzone che ho nella testa è una canzone che si intitola Que Nadie Sepa Mi Sufrir ed è stata incisa dai Los Lobos nell’album La Pistola Y El Corazon, e questa canzone è stata interpretata anche da Julio Jaramillo, uno dei più importanti, forse il più importante e popolare cantante ecuadoriano, nato nel 1935…

Diciamoglielo

Diciamoglielo. Quando tira un po’ di vento, il posacenere serve a ben poco. La cenere vola via, si sparge dappertutto, si posa ovunque tranne che sul posacenere, appena tira un po’ di vento. Sarebbe più opportuno chiamarlo posacicche, perché le cicche, una volta che le posi, non volano via, nemmeno se tira un po’ di vento….

Buoni uffici

Buoni uffici. L’altra mattina ho visto questa cosa e l’ho fotografata e mi sono venute in mente alcune parole che un po’ mi disturbano, come coworking, open space, business center, factory, location.    

1234