• Home
  • /
  • Tag Archives:  autista

Fischi, bastoni e calci

Fischi, bastoni e calci. Cagliari, una mattina d’estate.La donna, sulla sessantina, capelli lunghi, neri e unti, avvolta in un vestito estivo fiori & frutta molto abbondante, è in piedi alla fermata dell’autobus e con una borsetta finto cuoio si protegge la testa dal sole. Va ragionando sottovoce tra sé e sé, passeggia nervosamente. L’autobus appare…

Appositi sostegni

Appositi sostegni. Cagliari, ieri mattina sull’autobus. Voci varie, senza volti. – C’è troppo freddo! – Eh, ma sed’entra troppa gente poi… – Ma non si può abbassare, l’aria? – Guardi, signora, ha detto il telegiornale che domani piove. – Autista! – Sì, ma fuori fa caldo. – Oi mi seu bistìa spullìnca. Innoi esti cosa…

Mandanti morali

Mandanti morali. Nei giorni scorsi faceva freddo e ho notato che sull’autobus la gente se ne stava per i cazzi suoi, avvoltolata in sciarpe, guanti e cappotti, non aveva molta voglia di parlare, di commentare o di. Aveva lo sguardo perso nel nulla siderale. Oggi che l’aria è più calda, già mi sembra più vispa,…

Proteste attillate

Proteste attillate. Cagliari, autobus, linea 5. A bordo sale una donna circa settantenne che si rivolge con fare preoccupato all’autista. – Mi scusi, ma oggi sciopero c’è? – No, signora. – Ma dicevano che c’era. – Eh, sì, ma poi ognuno fa come vuole. – Quindi non ce n’è? – Al momento no, signora. Poi…

Quindi ci sono ancora

Quindi ci sono ancora. La vecchietta è salita sull’autobus, si è conquistata un posto a sedere a suon di “Permesso, mi scusi, permesso” e una volta seduta ha iniziato a sbuffare e borbottare. Ha sbuffato e borbottato per qualche minuto, poi rivolta all’autista ha urlato “Non si respira! Qui dentro fa caldo! Può mettere l’aria…

Bologna (2)

Bologna (2). Ieri, a Bologna, mentre aspettavo che passasse il 20, un tizio sulla sessantina seduto alla fermata di via San Donato mi ha detto che quand’era giovane lui le risse erano una cosa che ci si prendeva a botte ma non succedeva mai niente di grave, al massimo c’era qualcuno che perdeva un dente,…

Dalle gambe in su

Dalle gambe in su. Cagliari, autobus CTM, linea 6. Dall’impianto di riscaldamento esce aria fredda. I viaggiatori rumoreggiano, più o meno garbatamente. – Oh autista, serramì sa sibbèria! – Mi seu cungelendi is gambas, po no nai atru. – Itt’atru si stari cungelendi, signora? – Su pillittu! – Ebba’, de candu deppiressi cungelau!    

Cadono bottiglie

Cadono bottiglie. Ieri, fermata Ctm. I due, entrambi sulla trentina avanzata, aspettano in piedi al riparo della pensilina. – M’anti cuccau. – I controllori? – Eja. – A fine anno fanno cassa. Ladrònisi. – Ladrònisi è pagu. Inza’ d’appu nau: oh, la ghe seu disoccupau, se avrei avuto i soldi del biglietto già te lo…

Da uno a dieci

Da uno a dieci. Oggi, da quando mi sono alzato fino alle due ore e mezza successive, non ho detto nulla, proprio non ho aperto bocca. Mi sembra di aver detto qualcosa appena salito sull’autobus, secondo me devo aver detto Buongiorno, rivolto all’autista, che comunque non mi ha risposto, credo, forse non mi ha nemmeno…

Cercando un’altra uscita

Cercando un’altra uscita. Il momento è difficile. Sull’autobus del Ctm nessuno se la sente di commentare l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Piuttosto, c’è chi ha da ridire sull’aria condizionata che non funziona. Ma l’autista è a frastìmi per un tizio in doppia fila: “No, ma fa’ come vuoi, eh. Su meri ‘e s’arruga. Ancu…

12