• Home
  • /
  • Tag Archives:  indossare

Giorno 29

Giorno 29. Dal diario di H., scritto un mese prima della sua partenza per Cuba. Zurigo, pensione Josephine.Oggi è il 29 giugno 1997. Sono le 7.50.Stanotte ho sognato di svegliarmi in una città orientale, forse giapponese, forse coreana, forse no. Le strade brulicavano di auto nere e affusolate. Le persone indossavano una specie di divisa,…

Diari del Canada (9)

Diari del Canada (9). A Toronto ho visto un tizio che indossava una felpa nera con su scritto “Odio gli stivali di gomma!”. Indossava anche un paio di stivali di gomma che gli arrivavano fin sopra il ginocchio. (La foto del tizio con la felpa e gli stivali fin sopra il ginocchio è QUI, basta…

Al massimo

Al massimo. Ieri ho visto una ragazza che indossava una maglietta con su scritto SONO PAZZA DI ME. Ci ho pensato un po’ e mi sono detto che non riuscirei a indossarla, una maglietta con su scritto che sono pazzo di me. Lo riterrei un eccesso di autostima. Non riuscirei a indossare nemmeno una maglietta…

Cose ridicole

Cose ridicole. Questa mattina stavo per uscire di casa e a un certo punto mi sono reso conto che indossavo due giacche. Ci ho messo un po’ a rendermene conto. C’era da ridere ma non mi è venuto da ridere. Mi sono guardato allo specchio. Due giacche. Era una cosa ridicola ma non c’era proprio…

In mutande

In mutande. Sono entrato in un negozio e ho visto alcune mutande con certi prezzi che mi è venuto da pensare che forse devono essere mutande da indossare sopra i pantaloni.  

Fissandomi con occhi assenti

Fissandomi con occhi assenti. Questa mattina mi ha telefonato mia madre per parlarmi di certe questioni, e a un certo punto mi ha detto “Oggi è il tuo compleanno, vero?”. “No”, le ho detto, “oggi è il ventidue luglio e non è il mio compleanno”. “Ah”, mi ha detto lei, “strano”. “Strano cosa?”, le ho…

Sto per rispondere alla tua domanda

Sto per rispondere alla tua domanda. L’ultima volta che sono uscito da casa indossando il mio stato d’animo preferito, io mi sono meravigliato che non ci fosse nemmeno un vigile urbano nei paraggi, ché al semaforo era pieno così di gente che discuteva e pretendeva di avere ragione, e la prima cosa che mi è…