• Home
  • /
  • Tag Archives:  settembre

Nel contempo

Nel contempo. Stamattina ho visto una tizia a bordo di un’auto enorme con le ruote che arrivavano più o meno all’altezza del torace che faceva manovra per uscire dal parcheggio mentre si controllava il trucco nello specchietto retrovisore e contemporaneamente cercava di allacciarsi la cintura di sicurezza tenendo il telefono tra l’orecchio e la spalla….

Hamburger

Hamburger. Se ho sentito bene, purtroppo non mi posso avvicinare più di tanto, lui con un tono un po’ spazientito le avrebbe detto “Ma perché non hai sceso gli hamburger dal freezer?”.  

Stai tranquillo

Stai tranquillo. Mattina, autobus, linea 5. Circa quarantenne, bionda ossigenata, sovrappeso ben oltre i limiti, canottiera e pantacollant a vita bassa neri, lei è appena salita dal lato uscita, ha gettato la borsa sul sedile e adesso parla a voce alta reggendo il telefono tra spalla e orecchio. – Eia… Tranquillo… Stai tranquillo… Sto arrivando……

Bologna (2)

Bologna (2). Ieri, a Bologna, mentre aspettavo che passasse il 20, un tizio sulla sessantina seduto alla fermata di via San Donato mi ha detto che quand’era giovane lui le risse erano una cosa che ci si prendeva a botte ma non succedeva mai niente di grave, al massimo c’era qualcuno che perdeva un dente,…

Settembre (1)

Settembre (1). Ah, settembre. A volte settembre sembra marzo, altre maggio. Invece è proprio settembre, c’è poco da dire. Te ne accorgi, quando arriva settembre, ché l’aria è proprio settembrina. Eh, già. A settembre si medita. Sì, si medita. Mentre ridere si ride a giugno, e a marzo si ridacchia. A settembre no, a settembre si…

Poisson al bar

Poisson al bar. Oggi al bar c’erano tre tizi che discutevano dell’Equazione di Poisson. E siccome non lo conoscevo, Siméon-Denis Poisson, allora sono andato a cercarlo su Google e ho scoperto che è stato un matematico, fisico, astronomo e statistico francese, nato a Pithiviers il 21 giugno 1781 e morto a Parigi il 25 aprile 1840. E, secondo…

La goffaggine delle creature

La goffaggine delle creature. “Stravaccato seminudo sulla poltrona, la barba lunga, i capelli arruffati e le mani tremolanti, nell’epicentro di un vero e proprio marasma alcolico Ovidio Diovisalvi dichiarò con una certa solennità i propri dubbi. E disse: – Amici! Compagni! Amiche! Compagne! Mi associo ai vostri Mah! e mi unisco carnalmente ai Mah! di…

Un urlo

Un urlo. Poco fa si è sentito un urlo per strada AAAAAAAAAAAHHHHH! Chissà cos’è successo.      

Sto leggendo

Sto leggendo. Mi sembra di aver letto da qualche parte che uno scienziato ha detto che l’universo può contrarsi fino a un punto e poi espandersi senza che la luce se ne renda conto. Devo ricordarmi di dirlo a Arturo. Adesso è fuori con Marcel Proust, il cane. Secondo me non la prenderà bene, questa…