Il prossimo

Il prossimo. Oggi mi sono alzato con l’intenzione di perdonare tutto e tutti, mi sento pervaso da una sublime intensità amorosa e caritatevole, quindi giuro che non mi arrabbio, non ne vale la pena, ma una cosa sia chiara, come diceva un tizio che conoscevo, diceva sempre Ma una cosa sia chiara, e poi ti…

Turarsi il naso

Turarsi il naso. Credo di aver starnutito già una ventina di volte. Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù! Etciù!  Poi mi è venuto in mente che un illustratore inglese che si chiama James Chapman ha pubblicato un paio di libri nei quali…

Domani vediamo

Domani vediamo. Cagliari, autobus, linea 5. Squilla un telefono, suoneria I Feel Good, James Brown. Risponde un tizio sulla cinquantina, giacca a vento, zaino Invicta con i Dragonball.  – Pronto. Ciao. Eia. Tutto bene unu cazzu, No mi ndi chistionis. Cuss’omini est unu dannu. Deppeus accabbai de armai su solaiu. Si das mandaus dus piciochedus…

Guerrilla Art

Guerrilla Art. “Le persone ritratte nei manifesti si chiamano Ali, Rahman, Michael, Iqbal, Viltus, Anayet, Mahmut, Cheng, Jasvir e Abubakar: sono immigrati che vivono e lavorano a Cagliari, o richiedenti asilo arrivati di recente in Sardegna”… Altre notizie qui Corriere della Sera La Stampa Unione Sarda Il Giornale Sardinia Post Gianluca Vassallo   ” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included”…

“Dormivamo tutti in una stanza”

“Dormivamo tutti in una stanza”. Ecco il ritorno di Joe Perrino, che comunque non è mai andato via. Lui c’è. C’è sempre stato. Lui e la sua musica, rock estremo, quasi inutile sottolinearlo. Perché Joe Perrino È rock. Tutt’uno con la musica che porta sul palco da oltre trent’anni. Rock vecchia scuola: distorsori a manetta,…

Come ho fatto?

Come ho fatto? Ieri pioveva. L’avevano detto, che sarebbe piovuto. Quando sono uscito di casa senza ombrello ho pensato: Ma no, vedrai che non piove. Invece, a un certo punto, ha iniziato a piovere. La pioggia mi bagnava il cappotto e gli occhiali. Siccome pioveva sempre più forte, mi sono riparato sotto un balcone e…

Scritto su un rotolo di papiro

Scritto su un rotolo di papiro. Il mondo è donna, nonostante il mondo sia singolare maschile, altrimenti sarebbe la monda. Però la monda è una cosa altrettanto seria, c’è da dire questo. Per esempio, un tempo c’erano le mondine che lavoravano nelle risaie con l’acqua fino alle ginocchia, a piedi nudi e la schiena curva…

12