Ogni luogo ha la sua voce

Ogni luogo ha la sua voce. Storie in Trasformazione annuncia che il 30 novembre alle 18.30, nel foyer del Teatro Massimo di Cagliari, sarà presentato il volume “Ogni luogo ha la sua voce”, edito da Palabanda Edizioni. “Ogni luogo ha la sua voce” è una antologia di racconti apparsi nel sito “Il risveglio della Sardegna”,…

Se non ricordo male

Se non ricordo male. L’altra mattina ero al bar e a un certo punto è entrata una donna e a voce alta ha detto Buongiornissimo. La ragazza dietro il bancone ha sorriso e ha detto Buongiornissimo a te. Mi sono intristito molto. Sono andato via senza pagare, se non ricordo male.

La realtà è un sottaceto

La realtà è un sottaceto. Quando stamattina ho aperto la finestra e ho guardato fuori, l’aria era molto fresca, ho iniziato a vedere dei puntini che sbrilluccicavano, come scie di coriandoli luminosi che si muovevano ovunque volgessi lo sguardo. Avevo anche la vista annebbiata e i fiori, gli alberi, tutte le cose sembravano mancare di…

Non solo di lei

Non solo di lei. Enrico la guarda. Lei sembra pensierosa, allunga il passo. È già da un po’ che camminano in silenzio, nessuno dei due sa dove siano diretti. È come se seguissero una linea morbida, priva di attriti. Si infilano in una viuzza in discesa, attraversano uno strano intreccio di vecchie case a due…

La briga (2)

La briga (2). Sono quasi sei anni che è finito il mondo, e nessuno che si sia preso la briga di iniziarne un altro.Non so, magari è una buona notizia.

L’autunno non fa per me

L’autunno non fa per me. Questa poesia si intitola L’autunno non fa per me. L’autunno non fa per me. Pioggia e ventoospiti indesiderati, non è malcontentoè che ho proprio i coglioni girati.

Forse anche otto

Forse anche otto. Sette volte su dieci, forse anche otto, mi sembra di aver torto. Poi, quando succede che ho ragione, ce ne fosse uno che mi dicesse “Oh, ma lo sai che hai ragione”.

E-mail #33

E-mail #33. Buongiorno, mi chiamo Edin e le scrivo dal futuro. Dal 2176, per l’esattezza. Non mi chieda come faccio a scriverle dal futuro e non mi chieda nemmeno perché abbia deciso di scrivere proprio al suo indirizzo di posta elettronica. Sarebbe troppo complicato da spiegare, e adesso non posso dilungarmi. Il motivo per cui…

Infranti

Infranti. L’altra mattina pioveva e c’era il sole. Zigzagavo tra pozzanghere sbrilluccicanti e mucchi di foglie secche. La realtà sapeva di olio, aglio e prezzemolo. Ho sollevato lo sguardo e da un albero semispoglio un passerotto si è levato in volo. E quindi un altro. E un altro ancora. Poi da una finestra del palazzo…

Risvolti

Risvolti. Il tizio che usciva dal bar ha detto Buongiorno, l’ho guardato e ho pensato che era giorno già da parecchio, anche se poi per chi sta a Phoenix o a Manila o a Buenos Aires le cose vanno in modo diverso, lì magari il giorno è appena nato oppure è già finito, e quindi…