La tangenziali della democrazia.

Non se ne può più, gli ho detto, non se ne può più. Lui ha fatto sì con la testa mi ha detto Non me ne parlare, c’è troppa concorrenza, troppa. Una volta per star bene bastava una frode comunitaria, un raggiro elegante, un bel falso in bilancio, adesso niente, manco quello, gli ho detto io. Parole sante, ha detto lui, parole sante. Al che l’ho preso da una parte, l’ho guardato negli occhi, gli ho detto Senti, ormai ho deciso, io ho fatto una scelta, e se faccio una scelta non torno indietro. Bravo, ha detto lui, ma che scelta hai fatto? Gli ho detto Ho fatto la scelta migliore: mi ributto sulle tangenti. Al che lui ha sorriso e mi ha detto Eh, sono contento, bravo, hai fatto la scelta giusta, è un ramo che rende, sempre sicuro. Ho fatto sì con la testa, gli ho detto Esatto, il ramo sicuro, la scelta giusta. Bravo, sono contento, ha ripetuto lui. Gli ho detto C’è la domanda, c’è l’offerta, non bisogna far altro che aspettare, intercettare, intermediare. E lui ha fatto sì con la testa, mi ha detto Amico mio, la democrazia è questa, poter fare la scelta giusta. Gli ho detto Esatto, questa sì che è democrazia. E lui ha aggiunto Però. Però cosa, gli ho detto io. Però ti dico una cosa, mi ha detto lui. Dimmi, gli ho detto. Beh, ha detto lui, che io sappia le tangenti non esistono più. Ah, gli ho detto, non esistono più? Esatto, ha risposto lui, non esistono più. Parrebbe il contrario, ho commentato io. In un certo senso, ha commentato lui. E allora gli ho detto In un certo senso cosa? E lui mi ha risposto In un certo senso è così, che non si chiamano più tangenti. L’ho guardato in silenzio, non sapevo cosa dire, alla fine gli ho chiesto E se non si chiamano più tangenti, mi sai dire com’è che si chiamano? Lui m’ha fissato e mi ha detto Questo è un segreto che non posso rivelare, a meno che. A meno che, gli ho detto io. A meno che non mi dia il quindici per cento, ha detto lui. Il quindici per cento di cosa, gli ho chiesto io. E lui mi ha detto Il quindici per cento del venti per cento. Al che ho storto il naso e ho detto Il quindici del venti? Sì, ha detto lui. E il venti dove lo trovo, gli ho chiesto io. E lui mi ha fatto un cenno come dire Amico mio, cercalo dove vuoi, cercalo con chi vuoi, cercalo quando vuoi: è questa la vera democrazia.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PageLines Framework

PageLines Framework

Rock The Web!

Rock The Web!

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.