• Home
  • /
  • Tag Archives:  andare

Senza parole

Senza parole. Nei giorni scorsi, io e Marcel Proust, il cane di Arturo, siamo stati ore e ore a guardare la tv e ad ascoltare le notizie sulla crisi istituzionale e tutto il resto, i colpi di scena si susseguivano e c’era da restare senza parole. Anche Marcel Proust, che di solito non perde mai…

Carteggi (4)

Carteggi (4). Ciao, ti scrivo per farti sapere che giovedì ho ricevuto la tua lettera. L’ho trovata una lettera rassicurante, nonostante sia tutt’altro che rassicurante ricevere una tua lettera, soprattutto di giovedì. E comunque non sopporto tutto ciò che è rassicurante. Nemmeno la libertà e la speranza sono rassicuranti, figurarsi una lettera. Per cominciare, le…

Cose che ho pensato (trentaquattro)

Cose che ho pensato (trentaquattro). 191. Una volta ho pensato di essere La Fanciulla del West. Un discorso a parte meriterebbe il fatto che sono stato più volte a Viareggio e in particolare a Torre del Lago. Un posto incantevole. Ma non ci vivrei nemmeno se mi regalassero un appartamento. A me, i laghi mi…

Un paio di scarpe nuove

Un paio di scarpe nuove. Questa mattina ho indossato le mie scarpe nuove e sono uscito da casa per andare a lavoro. Mentre camminavo ho pensato che non avevo voglia di fare la solita strada, mi andava di cambiare. L’ho pensato e l’ho fatto. Anziché camminare dritto e poi a destra e poi a sinistra e poi…

Dicembre (7)

Dicembre (7). “Andiamo, andiamo”, mi diceva lei. Che pure se non sapevo dove volesse andare, io con lei sarei andato ovunque.  

Ambizioni

Ambizioni. Poco fa riflettevo sul significato di alcuni versi di Buson Yosa, poeta giapponese nato nel 1716 e morto nel 1784. Buson Yosa è considerato uno dei quattro grandi poeti dell’haiku, insieme a Matsuo Bashō, Kobayashi Issa e Masaoka Shiki. I versi sui quali stavo riflettendo sono questi. Tornando a vederli i fiori di ciliegio,…

Inestricabili sofferenze

Inestricabili sofferenze. 1 Nell’aria del mattino un sorriso riflesso. Saggiamente me ne impossesso. 2 Hai la calza destra fuori posto. Scusa se insisto sullo stesso tasto. 3 Bene, disse, è ora di andare. E, a parte quello, non fece nient’altro per l’intera giornata.