• Home
  • /
  • Tag Archives:  anni '70

Esistenzialista

Esistenzialista. C’è stato anche un periodo, tra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80, che non mi sarebbe dispiaciuto essere un attore francese della Nouvelle Vague, recitare in qualche film di Godard o di Truffaut, magari in un ruolo secondario, purché sartrianamente esistenzialista. Invece la Nouvelle Vague era già morta e io…

Vetroresina

Vetroresina. “So sing your praise of progress and of the Doom Machine,The naked truth is still taboo whenever it can be seen.Lady Luck, who shines on me, will tell you where I’m at,I hate myself for lovin’ you, but I should get over that”. DirgeBob Dylan Copyright © 1973 by Ram’s Horn Music; renewed 2001…

Sangue, amore e grovigli di versi

Sangue, amore e grovigli di versi. Il 20 gennaio del 1975, esattamente 45 anni fa, veniva pubblicato Blood on the tracks, album numero 15 della discografia ufficiale di Bob Dylan. È uno dei dischi più belli e più importanti incisi da Dylan. E la canzone che apre l’album, Tangled Up In Blue, è sicuramente una tra le…

Scolorare

Scolorare. Negli anni ’70, ma potrebbe essere anche all’inizio degli anni ’80, non mi ricordo bene, a un certo punto si diffuse la moda dei jeans che dietro non avevano le tasche ma soltanto il disegno delle tasche, e c’erano alcuni che le toglievano proprio, le tasche, anche se poi però si vedeva, restava il…

Molto macchiato

Molto macchiato. Il bar, in una via del quartiere di Is Mirrionis, è arredato con quadri, fregi e sculture che strizzano l’occhio all’art nouveau. I tavolini sono tondi e ci sono anche degli sgabelli. Dietro il bancone, un uomo sui trent’anni, occhiali e baffi a pennetta, armeggia con la macchina del caffè. Davanti a lui…

Quel portentoso rotolone di cacca

Quel portentoso rotolone di cacca. Un giorno o l’altro devo ricordarmi di scrivere qualcosa circa quella volta, erano gli anni settanta, che noi ragazzini, mentre giocavamo nel cortile sotto casa, trovammo uno stronzo enorme vicino ai contatori dell’acqua. Non sembrava uno stronzo prodotto da un essere umano. Era fuori calibro: un cagallone gigante, un ciambellone…

Scritto su un rotolo di papiro

Scritto su un rotolo di papiro. Il mondo è donna, nonostante il mondo sia singolare maschile, altrimenti sarebbe la monda. Però la monda è una cosa altrettanto seria, c’è da dire questo. Per esempio, un tempo c’erano le mondine che lavoravano nelle risaie con l’acqua fino alle ginocchia, a piedi nudi e la schiena curva…

Il mio preferito

Il mio preferito. Non ho mai sognato di fare il calciatore. Ma ho giocato a calcio, come quasi tutti i ragazzi della mia età. Mi piaceva giocare all’ala, più o meno. All’ala destra. Un giorno, non ricordo chi, qualcuno mi si avvicinò e mi disse che, da come mi muovevo in campo e da come…

Non si cambia

Non si cambia. Siamo stati figli della bellezza Con le ginocchia sbucciate & le mani molate sulle pietre sconnesse del cortile Siamo stati figli della gentilezza Sulla panchina sotto la jacaranda & la luce bianca oltre le facciate dei palazzi Siamo stati figli del sole di marzo Tra i profumi del tempo & poche rane…