• Home
  • /
  • Tag Archives:  minuti

Giorno 18

Giorno 18. Ieri mattina ho telefonato a Arturo e gli ho detto: Se per te va bene, e spero che per te vada bene, ci potremmo vedere alle quindici e trenta davanti al bar, se non proprio davanti anche di lato va bene, ma non troppo di lato, più spostato verso il centro. Se ritardo…

Inadeguatezza

Inadeguatezza. Arturo è seduto accanto alla stufa. Sembra riflettere su una frase che ha letto qualche giorno fa, una frase incisa su una lapide: il nostro destino è di pestare l’acqua, di girare in tondo. Credo l’abbia particolarmente colpito. Come va?, gli chiedo. Lui zitto. Hai già fatto colazione? Lui zitto. Sai, a volte mi…

L’ineluttabile rotondità del tempo

L’ineluttabile rotondità del tempo. Il tempo non esiste. Forse. Non è ben chiaro. Non lo è ancora. Non è detto che non lo sia tra qualche minuto, tra un paio d’ore o tra un paio di settimane. Nulla sapendo circa l’esistenza o meno dei minuti, delle ore e delle settimane, tutto è possibile. In sintesi…

Quanti sono? (2)

Quanti sono? (2). Sono stato disattento. Marcello giustamente mi segnala che proprio ieri qualcuno ha risposto alla domanda di Ernesto pubblicata venerdì scorso sulla pagina “Lettere e Opinioni” dell’Unione Sarda. La risposta è di Luca: Ad Ernesto, che dice di vedere in città un extracomunitario ogni 5 minuti. Mi chiedo: ma dove vai in giro,…

Quanti sono?

Quanti sono? L’altro giorno, sulla pagina “Lettere e Opinioni” dell’Unione Sarda, è stato pubblicato un sms firmato da Ernesto, Cagliari. Scrive Ernesto: Camminando per Cagliari ogni cinque minuti incontro un extracomunitario: ma quanti sono? Mi sembra che nessuno abbia risposto alla domanda di Ernesto. Caro Ernesto, il conto è presto fatto. In un’ora incontri 12…

Non consegnato

Non consegnato. Sarà più o meno un quarto d’ora che me ne sto seduto a fissare un punto nel vuoto, che non è nemmeno vuoto perché in effetti è un punto sulla parete bianca, che non è nemmeno così bianca perché in effetti è bianca fumo, che non è nemmeno una parete perché in effetti…

Il quinto dell’anno

Il quinto dell’anno. Ieri mattina ho incontrato A. e gli ho detto “Buon Anno” e poi ho aggiunto “Ma non è che cambi molto, eh”, e a parte tutto avrei voluto spiegargli che in realtà gli anni non esistono, cioè, esistono ma non in quel senso, che in fin dei conti si tratta sempre dello…

Minuti interi

Minuti interi. Conoscevo un tizio che abitava al piano terra di un vecchio palazzo, ci abitava da più mezzo secolo, così diceva. Di tanto in tanto si affacciava alla finestra e si metteva a guardare il cielo. Restava così per dei minuti interi. Diceva che a guardare in alto, intensamente, senza mai staccare gli occhi…

Nel cielo nerissimo

Nel cielo nerissimo. L’altra notte sono uscito in balcone a fumare e mi sono messo a guardare le stelle. Nel cielo nerissimo luccicavano le tre stelle della Cintura di Orione. Sono rimasto a guardarle per un po’, mi sembravano le più luccicanti tra tutte le altre intorno. Mi sono chiesto quanto fossero lontane e a che velocità…

Canzoni nella testa (7)

Canzoni nella testa (7). La canzone che ho nella testa da quando mi sono svegliato è “Il ragazzo della via Gluck”. Perché continuano. A costruire. Le case. E non lasciano l’erba. Non lasciano l’erba. Non lasciano l’erba. Non lasciano l’erba. Non lasciano l’erba. Non lasciano l’erba. Non lasciano l’erba. Non lasciano l’erba. E insomma, sono rimasto venti minuti, penso, che…

12