Giornate pesanti

Giornate pesanti.

E Abramo si svegliò in piena notte e disse al suo unico figlio, Isacco: «Ho avuto un sogno dove la voce del Signore mi diceva che devo sacrificare il mio unico figlio e quindi mettiti i pantaloni». E Isacco tremò e disse: «E tu cosa Gli hai risposto? Voglio dire, quando Lui ha abbordato questo argomento?».
«E che cosa c’era da dirGli?» disse Abramo. «Alle due del mattino mi trovo in mutande con il Creatore dell’Universo. Posso discutere?».
«Beh, t’ha detto almeno perché voleva farmi sacrificare?» chiese Isacco al padre.
Ma Abramo disse: «I fedeli non discutono. Andiamo adesso perché domani ho una giornata pesante».

[“Citarsi addosso“, Woody Allen, pag. 26, Bompiani, 1976, traduzione di Cathy Berberian e Doretta Gelmini. Titolo originale “Without Feathers“, 1972, Random House Inc.] 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.