Stai tranquillo

Stai tranquillo.

Mattina, autobus, linea 5.
Circa quarantenne, bionda ossigenata, sovrappeso ben oltre i limiti, canottiera e pantacollant a vita bassa neri, lei è appena salita dal lato uscita, ha gettato la borsa sul sedile e adesso parla a voce alta reggendo il telefono tra spalla e orecchio.
– Eia… Tranquillo… Stai tranquillo… Sto arrivando… Sono sul 5… Poi prendo l’1… Tranquillo… Eia… Ti ho detto che sto arrivando… No… Sul 5… Devi stare tranquillo… Ma candu mai… No… Poi prendo l’1… Eia… No… Ma se ti ho detto che sto arrivando vuol dire che sto arrivando, minchecuaddu!

 

2 Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.