• Home
  • /
  • Tag Archives:  anziani

Giorno 17

Giorno 17. C’è una canzone di Bob Dylan che dice “Il tempo passa lentamente qui sulle montagne / stiamo seduti a fianco ai ponti e camminiamo a fianco alle fontane / catturiamo i pesci selvatici che galleggiano attraverso la corrente / il tempo passa lentamente quando sei perso in un sogno” (Time Passes Slowly –…

Più forte

Più forte. Ieri sera, mentre aspettavo l’autobus in via Alghero, a un certo punto è passato un tizio sulla settantina , indossava un cappello di paglia e spingeva uno di quei deambulatori per anziani, ma senza sedile. Fischiettava “Bandiera Rossa” e quando ha intonato il pezzo che fa “Evviva il comunismo e la libertà!” si…

Per un’estate sicura e ordinata

Per un’estate sicura e ordinata. Oltre a sprangare moli, pontili, banchine, porti e angiporti delle mediterranee sponde e pattugliare gli italici arenili per respingere l’assalto di ambulanti corvini, massaggiatori abusivi e mercanti di cocco e di granite, è fatto obbligo alle Sentinelle Estive di recarsi casa per casa al fine di appurare che i pasti…

La colpa

La colpa.  Cagliari, autobus, linea 5. Sale una donna anziana. Si siede. Davanti a lei un uomo sulla cinquantina. La donna guarda verso i finestrini, chiusi. – Eeeh, piticu su frìusu! – C’è l’aria condizionata, signora. – E ‘tta mmanera! Diaìcci mi pigu unu puntori… – Colpa dello spread, signora. – Eh? – La differenza…

Appunti da Londra (1)

Appunti da Londra (1). Londra, mattina, fermata del bus a Belgrave Road. Due anziani aspettano che arrivi la linea 24. Se ne stanno in piedi, zitti, una smorfia di ostilità disegnata sui volti. Ogni tanto uno dei due scuote la testa, come se disapprovasse la realtà intorno o il traffico delle auto, o entrambe le…

La verità

La verità. La verità è che c’è poca intraprendenza imprenditoriale. Fossi un giovane disoccupato me ne andrei in giro a multare gli anziani che gironzolano per la città nelle ore più calde.  

Cose che ho pensato (trentacinque)

Cose che ho pensato (trentacinque). 196. Una volta ho pensato di essere un’ape operaia. Ronzavo tutto il giorno. E quando non ronzavo, cantavo l’Internazionale. 197. Una volta ho pensato di essere un biscotto. Poi Arturo mi aveva spalmato sopra un po’ di marmellata e la cosa mi aveva infastidito al punto tale che mi ero…

Se divento

Se divento. Quel genere di anziano che tu lo incontri e lui si mette a parlare per delle mezze ore e a raccontarti cose e fatti e persone delle quali non te ne frega niente ma tu lo ascolti per una questione di educazione e fai sì con la testa e ogni tanto sorridi e…

L’età che avanza

L’età che avanza. – Che fai? Piangi? – No. – Sì. Stai piangendo. – Solo un po’. – Che succede? – Non lo so. – Tutto a posto? – Sì, sì. – Stai bene? – Sì. – Non si direbbe. – È solo che mi commuovo più facilmente, da qualche tempo a questa parte. Sono…

Crestomazia di Pretesti (1)

Crestomazia di Pretesti (1) Pretesto n.1 Poco fa ho preso la mia gola, l’ho scartavetrata, l’ho lucidata, e ci ho sparato sopra uno spray di roba. Nell’ordine: flurbiprofen, glicerolo, alcool etilico, sorbitolo 70, olio di ricino idrogenato-40-poliossietilenato, sodio idrossido, sodio saccarinato, metile paraidrossibenzoato, propile paraidrossibenzoato, menta essenza, blu patent V (E 131), acqua depurata. Poi…