• Home
  • /
  • Tag Archives:  camminare

Infranti

Infranti. L’altra mattina pioveva e c’era il sole. Zigzagavo tra pozzanghere sbrilluccicanti e mucchi di foglie secche. La realtà sapeva di olio, aglio e prezzemolo. Ho sollevato lo sguardo e da un albero semispoglio un passerotto si è levato in volo. E quindi un altro. E un altro ancora. Poi da una finestra del palazzo…

I colori delle vacanze

I colori delle vacanze. L’altra mattina in giro per la città ho incrociato un gruppo di turisti orientali. Tra loro c’era questa ragazza, aveva un viso dai lineamenti molto dolci, era vestita di bianco e indossava un cappellino grazioso e delle scarpe di tela azzurrine. A un certo punto ha tossito forte, ha scatarrato con…

Ottimismo e altre storie

Ottimismo e altre storie. Ieri sera, mentre rientravo a casa e camminavo per le strade del quartiere, mi sembrava che l’aria avesse un odore strano. Un odore molto strano. Non mi hanno mai appassionato le storie che sconfinano nel cieco ottimismo dello spirito umano ma, come dire?, avevo l’impressione di conoscerlo, quell’odore, di averlo già…

Sulle forme e sulla consistenza

Sulle forme e sulla consistenza. L’altro giorno, mentre rientravo a casa, mi sono ritrovato a fare lo slalom tra decine di merde di cane disseminate sul marciapiede. Ce n’erano di varie forme e varia consistenza, alcune sembravano sculture, piccole opere di arte espressionista. A un certo punto mi sono fermato a guardarne una che somigliava…

Iniziali di fantasia

Iniziali di fantasia. Le cose sono andate così, più o meno. Mentre passeggio in città a un certo punto incontro M. (iniziale di fantasia). Ci salutiamo, scambiamo due chiacchiere. Gli dico: Ma ti ricordi quella volta che, eccetera eccetera. Insomma, gli racconto un episodio che io e lui conosciamo benissimo, un fatto accaduto tanti anni…

Nervature

Nervature. A un certo punto, mentre camminavo, ho visto una foglia volare. Si era appena staccata da un grande albero e si librava in volo sospinta dal vento, lentamente. Mi sono fermato a osservarla, fin quando non si è posata sul marciapiede. Allora l’ho raccolta e l’ho tenuta per un po’ sul palmo della mano….

Il viaggio

Il viaggio. Ieri pomeriggio, mentre camminavo e sudavo e avevo ancora tanta strada da fare, a piedi, sotto il sole e con un paio di zaini in spalla, mi sono ricordato di quelli che dicono che il viaggio non è la meta, ma la meta è il viaggio, o una stronzata del genere. Ma c’era…

Più forte

Più forte. Ieri sera, mentre aspettavo l’autobus in via Alghero, a un certo punto è passato un tizio sulla settantina , indossava un cappello di paglia e spingeva uno di quei deambulatori per anziani, ma senza sedile. Fischiettava “Bandiera Rossa” e quando ha intonato il pezzo che fa “Evviva il comunismo e la libertà!” si…

Su livelli sfalsati

Su livelli sfalsati. L’altra mattina camminavo e guardavo le persone che incrociavo, le guardavo e le ascoltavo, le guardavo il tempo di uno sguardo, le ascoltavo il tempo di un niente, alcune parlavano al telefono, altre invece parlavano tra di loro, e tutte comunque sembravano avere tante cose da dirsi, tantissime cose da dirsi, e…

Natale (10)

Natale (10). Cagliari, Largo Carlo Felice, autobus, linea 1. Tre donne sulla cinquantina osservano un trattore che traina un carro con sopra un elefante finto quasi a grandezza naturale. – Mì, mì! È arrivato il circo. – Ih, è tottu unu circu innoi a Casteddu. – Ah ah ah! – Tènisi arrexioni! – Ma li hai…

123