• Home
  • /
  • Tag Archives:  coglioni

Anche adesso

Anche adesso. Questa mattina, mentre i miei pensieri si raccoglievano a fatica su sé stessi come un gomitolo deforme e non sapevo da dove iniziare per mettere ordine tra le cose sparse qua e là sulla scrivania, di colpo mi è venuto in mente che tutti quelli che mi stavano sui coglioni prima del coronavirus…

L’autunno non fa per me

L’autunno non fa per me. Questa poesia si intitola L’autunno non fa per me. L’autunno non fa per me. Pioggia e ventoospiti indesiderati, non è malcontentoè che ho proprio i coglioni girati.

Levando

Levando. Dài, dài, che finalmente ci stiamo levando dai coglioni il mese di gennaio.

Giorno 6

Giorno 6. Il giorno 6 è il giorno 1 dell’anno nuovo. E infatti tutto mi sembra nuovo quaggiù, anzi, nuovissimo. L’aria è nuova, anzi, nuovissima. Il cielo è nuovo, anzi, nuovissimo. I palazzi sono tutti nuovi, anzi, nuovissimi. Ma che bella casa nuova! Anzi, nuovissima. Anche i libri sugli scaffali della libreria mi sembrano nuovi,…

Punte di acredine

Punte di acredine. Ieri sono stato punto da una vespa, e a parte che essere punti da una vespa fa male, ho sentito proprio un dolore acuto e poi un prurito che ancora mi viene da grattarmi, e a parte che non c’era bisogno di venire subito alle mani e ai pungiglioni, potevamo chiarire la…

Dissociarsi

Dissociarsi. Mi sono alzato non dico di buonumore ma per lo meno con i coglioni che non giravano come al solito, diciamo ben disposto nei confronti dell’umanità e con un piglio da esistenzialista dissociato, più tendente alla spregiudicatezza che al significato astratto e precario della vita, e perfino starmene seduto a gambe incrociate o ritenermi…

Non consegnato

Non consegnato. Sarà più o meno un quarto d’ora che me ne sto seduto a fissare un punto nel vuoto, che non è nemmeno vuoto perché in effetti è un punto sulla parete bianca, che non è nemmeno così bianca perché in effetti è bianca fumo, che non è nemmeno una parete perché in effetti…

Sai cosa succede?

Sai cosa succede? L’altro giorno alla fermata dell’autobus c’era questa tizia, sui trentacinque, quaranta, che parlava al telefono e noi la sentivamo tutti, noi che aspettavamo l’1, ché più che parlare urlava, la tizia, era impossibile non sentirla, continuava a ripetere “Non ci vado da lui. No, no, ti ho detto che non ci vado”….

Amore di mamma

Amore di mamma. Questo pomeriggio per strada ho incrociato una donna che mi sembrava agitata, si guardava intorno come se stesse cercando qualcuno o qualcosa. Poi ha detto a voce alta “Yuri? Yuri dove sei?” e rivolta a me ha detto “Per caso ha visto Yuri?”. Mi sono immaginato un marmocchio biondo e vispo nascosto chissà…

Mescolamenti

Mescolamenti. Mi sembra di aver sognato un sogno in cui il mondo era un’esuberante giostra di percezioni, profumi e mescolamenti di sensi. Poi però, a un certo punto, è saltato fuori qualcuno che mi accusava di aver fatto fuori George Harrison. E lì non ci ho visto più, mi è venuto un giramento di coglioni….

12