• Home
  • /
  • Tag Archives:  traffico

Magma

Magma. Io, nella mia personale e perpetua ricerca del bene universale, inteso come magma amorevole e salvifico, mi sembra che nelle aree pedonali di questa città, dalle 10 alle 14 e dalle 16 alle 20, essendo manifesta la necessità di alleviare l’ansia e gli stati di panico nella popolazione, si potrebbe aprire la circolazione alle…

Una tazza di tè

Una tazza di tè. Nives è seduta sul divano. Ha i capelli raccolti in una coda alta e si accarezza il vestito acquamarina. Goffredo è in piedi, sorseggia del tè verde e la guarda con espressione neutra. – Mi faccio sempre le domande sbagliate – dice lei.– E le risposte? Come sono le risposte? –…

Riconoscersi

Riconoscersi. Forse voleva soltanto suggerirmi di fare attenzione all’incrocio, o forse voleva semplicemente salutare qualcuno, non lo so, fatto sta che quando ho sentito suonare il clacson e mi sono voltato e ho visto la faccia del tizio al volante del camioncino, senza pensarci un istante gli ho detto Ohconchegazzu. Lui mi ha guardato e…

Molto traffico

Molto traffico. L’altro giorno camminavo nel Corso a Cagliari e a un certo punto ho incrociato un uomo di oltre sessant’anni che si è fermato davanti alla vetrina di un negozio, ha infilato la mano nella tasca del cappotto e ha tirato fuori il telefono. Prima ha dato un’occhiata allo schermo e poi ha risposto….

Diari del Canada (4)

Diari del Canada (4). In Canada le strade sono larghe, belle larghe. Strade a tre, quattro, sei corsie. Gli automobilisti rispettano il codice stradale e il limite di velocità. Sono tutti diligenti e il traffico sembra regolato da un ordine scientifico. Stiamo percorrendo questa strada a tre corsie alla periferia di Sudbury, Ontario, e a…

Voce del verbo abbarbagliare

Voce del verbo abbarbagliare.  Sono salito sulla sommità di un campanile. Da lassù ho visto la bontà, sparsa sui tetti delle case. Quanta bontà, ho pensato, occorrerà reclutare migliaia di spalatori, per spalare tutta quella bontà. Ovunque voltassi lo sguardo, la bontà sovrastava la città. C’era perfino della bontà che svolazzava a mezza altezza. Bontà…

Dieci minuti

Dieci minuti. – Dunque ha deciso? – gli chiede l’agente di viaggi. Raffaele fa un mezzo sorriso e per tutta risposta indica un depliant di foto poggiato sulla scrivania. L’agente di viaggi ne prende atto e inizia a digitare sulla tastiera del computer. Raffaele sembra noncurante, si volta e guarda la vetrina illuminata. Dieci minuti…

Mandanti morali

Mandanti morali. Nei giorni scorsi faceva freddo e ho notato che sull’autobus la gente se ne stava per i cazzi suoi, avvoltolata in sciarpe, guanti e cappotti, non aveva molta voglia di parlare, di commentare o di. Aveva lo sguardo perso nel nulla siderale. Oggi che l’aria è più calda, già mi sembra più vispa,…

Appunti da Londra (1)

Appunti da Londra (1). Londra, mattina, fermata del bus a Belgrave Road. Due anziani aspettano che arrivi la linea 24. Se ne stanno in piedi, zitti, una smorfia di ostilità disegnata sui volti. Ogni tanto uno dei due scuote la testa, come se disapprovasse la realtà intorno o il traffico delle auto, o entrambe le…

Dalla parte di Thelonious (free)

Dalla parte di Thelonious (free). L’altra sera sull’autobus che mi riportava verso casa c’erano due tizi che parlavano senza sosta, uno dei due, il più basso, faccia tonda e labbra sottili, orecchie a sventola, maglioncino sulle spalle e scarpe alla moda, alla fine di ogni discorso agitava la mano e a voce alta diceva “Non…

12