Dieci minuti

Dieci minuti.

– Dunque ha deciso? – gli chiede l’agente di viaggi.
Raffaele fa un mezzo sorriso e per tutta risposta indica un depliant di foto poggiato sulla scrivania. L’agente di viaggi ne prende atto e inizia a digitare sulla tastiera del computer. Raffaele sembra noncurante, si volta e guarda la vetrina illuminata. Dieci minuti dopo ha il biglietto aereo in tasca. Esce senza nemmeno salutare e sale in auto. Si rigira il biglietto tra le mani, lo appoggia sul cruscotto, poi mette in moto. Alla radio c’è il notiziario delle venti, notizie di cronaca nera, le quotazioni in borsa, il calcio mercato. Fuori il traffico è regolare, rapido e ordinato. Al primo semaforo rosso, Raffaele apre il finestrino, prende il biglietto e lo getta via.
 

 

11 Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.