Crestomazia di Pretesti (1)

Pretesto n.1

Poco fa ho preso la mia gola, l’ho scartavetrata, l’ho lucidata, e ci ho sparato sopra uno spray di roba.
Nell’ordine: flurbiprofen, glicerolo, alcool etilico, sorbitolo 70, olio di ricino idrogenato-40-poliossietilenato, sodio idrossido, sodio saccarinato, metile paraidrossibenzoato, propile paraidrossibenzoato, menta essenza, blu patent V (E 131), acqua depurata.
Poi però mi son pentito. Ho pensato che forse era meglio il Wild Turkey.


Pretesto n.4

Invidio chi è nato ermetico.
Essere schivi, riservati e un po’ antiretorici, significa porsi con stile davanti alla vita.
Da ragazzo ero abbastanza ermetico. Crescendo mi son rovinato. Peccato.


Pretesto n.5

Il pelo, nell’uovo, esattamente, dove sta? Nell’albume o nel tuorlo?


Pretesto n.7

Poco fa ero in cucina e ho sentito un bambino che urlava per strada.
“Guarda, mamma! Ma che schifo, quella caccona!”.
Allora mi sono affacciato alla finestra. E ho visto la caccona sul marciapiede.
Be’, si sa, i bambini hanno quasi sempre ragione.


Pretesto n.8

Siamo spettatori sempre più distratti.
A parte i bambini. Loro sono più attenti degli adulti. Si accorgono delle caccone abbandonate lungo strada, sul marciapiede, per esempio.
Quella caccona lì, secondo me, l’ha fatta un uomo. O una donna. Non è mica roba che fanno gli animali.
Insomma, ci vorrebbe un esperto di caccone, per capire meglio.


Pretesto n.9

– Pronto? Parlo con il Comune?
– Sì. Desidera?
– Senta. Siccome qui sotto casa, proprio sul marciapiede, c’è una cacca enorme, una caccona, che a me non sembra opera di un animale, né di un cane né di un gatto, tanto per dire, mi chiedevo se ci fosse qualcuno del Comune, un geometra, un ingegnere, insomma, un esperto che potesse venir qui a dare una controllata.
– …
– Pronto?
Clic.


Pretesto n.10

S’è pure fermato un signore, un uomo di una certa età, con il cappello e la sciarpa, un bel cappotto marrone, l’andatura da pensionato. S’è trattenuto a guardarla. Giusto un attimo. M’è sembrato che le girasse attorno.
Siamo spettatori sempre più distratti. A parte i bambini. E i signori di una certa età, con il cappello e la sciarpa, e l’andatura da pensionati.


Pretesto n.12

Da qualche parte ho letto che i gatti, i piccioni, gli storni, i gabbiani, i ratti e le cornacchie sono animali sinantropi.
In alcuni casi, la convivenza tra uomini e animali sinantropi è difficile.
Forse potrei chiamare il Comune e spiegare loro che le caccone possono incrinare i rapporti di pacifica convivenza tra noi e gli animali sinantropi.
Certo, con alcuni sinantropi, con i ratti e le cornacchie, voglio dire, meno convivenza c’è, meglio è.


Pretesto n.13

Al diavolo le plafoniere e chi le ha inventate.


Pretesto n.15

Però, voglio dire, quando mi ci metto. Dico, quando mi ci metto.
Eh.
Perché certe cose, quando uno riesce a farle bene, son cose che tirano su il morale, un po’ rincuorano.

 

whattimeisit

Clicca e condividi, se ti va. Grazie!
error
Tagged with:
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PageLines Framework

PageLines Framework

Rock The Web!

Rock The Web!

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial