Qualche foto del cielo

Qualche foto del cielo.

Questa mattina mi è successa una cosa stranissima mentre armeggiavo con dei cavetti di connessione che mi sembrava non servissero a niente, non andavano da nessuna parte, né riuscivo a immaginare a quale scopo potessero essere serviti in passato, l’unica cosa certa è che se ne stavano lì, appesi tra un mensola e l’altra della libreria, e nemmeno avevo idea del perché se ne stessero aggrovigliati di lato al muro. Fatto sta che, a un certo punto, uno dei cavetti è venuto giù, devo averlo tirato per sbaglio o non so che cosa, e la punta del cavetto, una punta un po’ arrotondata e un po’ no, ha fatto una specie di giravolta, ha rimbalzato su una mensola e infine ha sbattuto sul tasto di accensione della stampante. La stampante si è accesa, ha inghiottito un foglio bianco e dieci secondi dopo lo ha risputato stampato. Sul foglio c’erano stampate queste parole

Lui butta fuori un lungo sospiro, tamburella un po’ con i polpastrelli sul grande piano di mogano della scrivania, poi si mette a giocherellare nervosamente con un tagliacarte. Guarda Rebecca. Lei è seduta su una poltrona, le gambe incrociate, le ginocchia spuntano dalla gonna stretta e nera. Stringe tra le mani un bicchiere vuoto. È lì già da venti minuti e avrebbe voglia di fumare, ma sa che non è il momento adatto. Allora lui si alza, infila le mani nelle tasche dei pantaloni e si avvicina a passi lenti alla finestra. Si volta, osserva il profilo della donna. Gli ricorda quello di una ragazza che ha amato in gioventù.
– Si ritiene una donna fortunata? – dice.
Non è questa la domanda che intendeva rivolgerle. Anzi, è sorpreso di come le parole gli siano uscite senza che lo volesse. Lei lo scruta un po’ perplessa. Lui arrossisce, si stropiccia l’interno dei pantaloni.
– Tutto ciò che desideravo nella vita si è avverato – risponde Rebecca.
– E non è felice?
– No.
– Perché?
– Forse avrei dovuto desiderare cose migliori.
Lui fissa il proprio viso sui vetri della finestra. Gli sembra quello di un vecchio senza troppe pretese.







Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.