• Home
  • /
  • Tag Archives:  domenica

Altrimenti

Altrimenti. Stamattina, ma non saprei dire con esattezza a che ora e in quale circostanza, forse appena mi sono alzato, forse mentre facevo colazione, non ne sono sicuro, potrebbe essere in un arco temporale compreso tra le due cose, mi è venuta voglia di fare polemica. Molta polemica. Di polemizzare su qualsiasi cosa. Sulle preoccupazioni…

Domenica

Domenica. Questa mattina alle nove e mezza hanno citofonato per propormi la Bibbia come cura contro l’ansia.        

Autobus domenicale

Autobus domenicale. – Vieni qua! Tocca, sezzirì vicino a questa signora. – Ih, ‘tta bellu pippiu! – Ajò siedi. – Lei è la mamma? – No, sono la nonna. – Ma che bel bimbo! E me lo dici quanti anni hai? – … – Non parla? – Ha due anni e mezzo. Quando vuole già…

Di suoni cupi e fragorosi che echeggiano in profondità

Di suoni cupi e fragorosi che echeggiano in profondità. Vorrei parlarci, con il tizio del cortile accanto che il sabato e la domenica se ne sta chiuso per ore nel suo garage, sin dalle prime ore del mattino. Vorrei che mi dicesse, che mi raccontasse. Vorrei saperne di più. Perché mi incuriosisce davvero questa sua…

Ci poniamo le domande sbagliate

Ci poniamo le domande sbagliate. Dovremmo porci le domande giuste, capaci di produrre le risposte giuste. Invece accade il contrario. Ogni giorno ci poniamo le domande sbagliate. Che generano le risposte sbagliate. Io, per dire, non mi ero mai posto la domanda Perché tutto il mondo adotta i fogli in formato A4? La risposta a…

Mai di sabato (Das Unheimliche)

Mai di sabato (Das Unheimliche). Mi chiama un amico e mi dice che oggi gli è successa una cosa che lo ha lasciato un po’ così, un po’ esterrefatto, un po’ senza parole, un po’ turbato, un po’ di tutto un po’. Lui mi dice che questa mattina gli è capitato di perdere il portafogli…

Un viticcio alla mia finestra

Un viticcio alla mia finestra. «È un momento straordinario, non pensi?». «Uhm». «Leggi qua: ora l’inchiesta sulle stragi». «Uhm». «Leggi qua: ora la difesa degli ultimi». «Uhm». «Leggi qua: ora la chiesa povera per i poveri». «Uhm». «Straordinario, non pensi?». «Uhm». «Perplesso?». «Uhm». «Incerto?». «Uhm». «Restio?». «Uhm». «Incredulo?». «Uhm». «Diffidente?». «Uhm». «Vacillante?». «Uhm». «Poco convinto?»….