• Home
  • /
  • Tag Archives:  nuvole

Voce del verbo abbarbagliare

Voce del verbo abbarbagliare.  Sono salito sulla sommità di un campanile. Da lassù ho visto la bontà, sparsa sui tetti delle case. Quanta bontà, ho pensato, occorrerà reclutare migliaia di spalatori, per spalare tutta quella bontà. Ovunque voltassi lo sguardo, la bontà sovrastava la città. C’era perfino della bontà che svolazzava a mezza altezza. Bontà…

Chissà se va

Chissà se va. Sono andato in cucina e sul guscio di una noce di cocco ho visto il volto di una scimmia del Borneo. Ho fatto finta di nulla. Sul tavolo c’era una macchia di caffè e ho visto la proboscide di un elefante. Ho fatto finta di nulla. Sul lavello c’erano delle goccioline d’acqua…

Da dietro i vetri

Da dietro i vetri. Questa mattina mi sono affacciato al balcone e mentre seguivo con lo sguardo il volo di una cornacchia mi è sembrato di vedere il presidente della Repubblica che mi guardava da dietro i vetri di una finestra, all’ultimo piano del palazzo di fronte. Mi sono un po’ preoccupato, sulla terrazza all’ultimo…

Cirri di malumori

Cirri di malumori. Mentre aspetto l’autobus e guardo le facce della gente e provo a immaginare ciò che passa per loro teste, mi sembra di scorgere tanti di quei malumori e di quei pensieri amari e infestanti che se qualcuno si prendesse la briga di raccoglierli e di tenerli insieme o di legarli con uno spago…

Alterazioni

Alterazioni. L’altra sera era pieno di nuvole che cercavano di alterare l’anima della città, mi sembra.        

L’uomo che allontanava le nuvole con un sorriso

L’uomo che allontanava le nuvole con un sorriso. Sono passati trentadue anni, da quel ventotto maggio. Non dico che sembri ieri, ma insomma. È che alcuni ricordi hanno un modo di procedere tutto loro. A volte basta un soffio di vento, o un suono ovattato, per recuperarne l’immagine, intatta e nitida. Ora che ci ripenso,…

L’uomo che allontanava le nuvole con un sorriso

L’uomo che allontanava le nuvole con un sorriso. Sono passati trentuno anni, da quel ventotto maggio. Non dico che sembri ieri, ma insomma. È che alcuni ricordi hanno un modo di procedere tutto loro. A volte basta un soffio di vento, o un suono ovattato, per recuperarne un’immagine intatta e nitida. Ora che ci ripenso,…

E adesso

E adesso. E adesso questo sole spuntato all’improvviso vorrebbe farmi credere che non pioverà più per il resto della giornata?    

Fischiettare

Fischiettare. Da qualche giorno ho questo brano in testa e lo fischietto tra me e me. Se avete voglia di fischiettarlo anche voi, fate pure. Se invece non avete voglia di fischiettarlo, state ad ascoltare quelli che fischiettano. Se poi non avete nemmeno voglia di ascoltare quelli che fischiettano, beh, aprite la finestra e osservate…

12