Dissociarsi.

Mi sono alzato non dico di buonumore ma per lo meno con i coglioni che non giravano come al solito, diciamo ben disposto nei confronti dell’umanità e con un piglio da esistenzialista dissociato, più tendente alla spregiudicatezza che al significato astratto e precario della vita, e perfino starmene seduto a gambe incrociate o ritenermi incline a trasformare le attività domestiche e lavorative in pratiche di natura terapeutica mi sembravano circostanze gioiose, opportunità da tenere in gran conto. Poi ho scoperto di avere una puntura di zanzara, una puntura fastidiosissima, un pomfo rosso e pruriginoso, proprio là dove batte l’elastico delle mutande. 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

4 Responses to Dissociarsi

  1. fabio ha detto:

    pratiche domestiche? Quelle sì che mi fanno venire l’orticaria. Altro che bubboncino decorativo sotto le brache.

  2. fabio ha detto:

    In tanti hanno risolto brillantemente: chi vagabondando sotto i ponti, chi pagando un professionista asiatico, ma i più astuti e infimi son ricorsi alla terza opzione, per poi finire loro con la catena al collo… Anche questa , purtroppo, non è mia. O.W.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Set your Twitter account name in your settings to use the TwitterBar Section.